SCOPRI I NUOVI EVENTI AUTUNNALI
AL TEATRO SAN LORENZO ALLE COLONNE

INFO & PRENOTAZIONI: +39 342 5304844 | direzione@kerkis.net

 

Maschere e un Mascheraio, per fare teatro

12 novembre ore 20.30

Teatro San Lorenzo alle Colonne

Lezione spettacolo di Andrea Cavarra, mascheraio

con Elisabetta Matelli, docente di storia del teatro greco e latino

Una lezione spettacolo in cui Elisabetta Matelli, in una prima parte, introduce le prime testimonianze della ‘maschera teatrale’, nata assieme ai primi spettacoli nel VI sec. a.C. nella Grecia antica. Oggetti simbolici ma poi sempre più necessari agli attori negli spettacoli, per il gioco delle parti e per caratterizzare i diversi personaggi, ma dotati anche di una valenza metaforica che riconosce nel teatro una straordianaria allegoria della vita.

 

Nella seconda parte, un vero e proprio atelier di costruzione maschere teatrali viene aperto al pubblico. Le maschere hanno continuato a vivere dall’antichità ad oggi e non solo nell’area Mediterranea. Vi troviamo decine di maschere in cuoio, calchi in gesso, matrici in legno e tutti gli accessori del lavoro del mascheraio (pelli, pellicce, martelli, ecc.) Sono usati dal maestro Andrea Cavarra per far conoscere al pubblico questa antica arte teatrale che ancora prende vita, con straordinari effetti, a teatro. Egli insegnerà qualche trucco del mestiere, per costruirle ma anche per animarle in scena con la massima espressività.

 

 Misantropo di Menandro

22 novembre ore 20.30

Teatro San Lorenzo alle Colonne 

Regia di: Christian Poggioni

Riallestimento a cura di: Federica Gurrieri

Traduzione: Ezio Savino 

Costumi e scene: Dino Serra

Si tratta dell’unica commedia del grande poeta greco Menandro ad essersi conservata integralmente, proposta in una avvincente traduzione e in una divertente interpretazione, fedeli all’originale.

 

Cnemone, il misantropo, è un rude contadino dedito al suo lavoro che, ritenendo di avere ottime ragioni, rifiuta la compagnia e il dialogo con gli altri. Tantomeno se sono diversi da lui, magari ‘cittadini’. Ma abita di fianco a un Ninfeo, dove avita Pan e arrivano pellegrini da ogni parte, gente che vuol far festa e baldoria, disturbandolo: il contrario di quel che piace a lui. La trama ruota attorno allo scontro / incontro tra misantropia e convivialità, mettendo in gioco sentimenti come la vera e la falsa amicizia, l’amore tra classi sociali diverse, lo scontro generazionale tra genitori e figli, la diversa moralità di chi vive in campagna e in città.

Lo spettacolo viene presentato al pubblico e alla fine potrà esserci una discussione.

INFO & PRENOTAZIONI: +39 342 5304844 | direzione@kerkis.net